Tiroide

 Sta ancora allattando la mia bambina di due anni al seno, quando lei lo richiede, di solito la sera pima di addormentarsi, la notte se si sveglia e durante il giorno due , tre volte. Il medico, in seguito ad un piccolo nodulo alla tidoide, mi ha detto che può darsi,a seconda dell’esito degli esami del sangue, debba fare una scintigrafia tiroidea. Sono molto preoccupata perchè ho letto che in tal caso non potrò allattare, è vero? Quali precauzioni devo prendere?
La scintigrafia può essere fatta con Tecnezio 99m invece che con I131: in tale caso dovrà tirare e buttare il latte solamente per 33.5 ore, e poi riprendere l’allattamento. Nel secondo caso non solo l’interruzione sarebbe di almeno 40.5 giorni, ma dopo la radioattività residua nel latte dovrebbe essere misurata con un contatore gamma prima di riprendere ad allattare…

 La mia bambina ha 6 mesi e io ho scoperto di avere un ipertiroidismo in stadio avanzato quindi necessito di 6 pastiglie di Tapazole al giorno. Posso continuare l’allattamento?
Fra i farmaci anti-tiroidei il PTU (propiltiouracile) passa nel latte in quantità minime ed è più comunemente prescritto. Ma anche il metimazolo (Tapazole) va bene. E’ necessario monitorare clinicamente il bebè nei primi mesi con dosaggi di TSH (e T4) mentre lei può allattare, come documentato nella letteratura scientifica. A fronte di un dosaggio pieno va considerato che la bimba ha 6 mesi, quindi vicina all’introduzione di una pappa e di conseguenza tollerante delle minime quantità di farmaco che passassero nel latte.