Bimbi “pigri”

 Ho una bimba di appena 23 giorni che ho cercato di alimentare al seno fin dalla prima mezz’ora dalla sua nascita.La bambina alla nascita ha pesato 2560 e ha avuto un calo fisiologico fino a 2280.Purtroppo al secondo giorno di vita le hanno diagnosticato l’ittero con conseguente ricovero. Premetto che la bambina è molto dormigliona, e che non succhia tanto, a me era appena arrivata la montata lattea,e in ospedale mi dicevano che la bambina aveva un ittero ” da fame” e siccome io non avevo ancora il latte me la facevano attaccare 5 minuti al seno e poi le davano le aggiunte. Alla dimissione la bimba ha pesato 2380, e mi hanno consigliato di procedere con l’integrazione di artificiale 7 pasti da 60 grammi di latte artificiale. La bambina però rifiutava il biberon e sputava l’artificiale, allora io ho cominciato ad attaccarla di continuo al mio seno, giorno e notte. Ad una settimana dalla dimissione ha pesato alla visita dal pediatra 2470. Purtroppo sabato scorso io e mio marito ci siamo resi conto che la piccola era di nuovo gialla e l’abbiamo nuovamente portata all’ospedale con nuovo ricovero. Qui è iniziato il mio incubo, la bambina al momento del ricovero ha pesato 2630, e mi hanno detto che era cresciuta pochissimo, che era colpa mia se la bambina aveva di nuovo l’ittero perchè attaccandola così spesso non le davo il tempo di digerire. Siamo rimasti in ospedale 3 giorni fino ad oggi, in questi 3 giorni hanno imposto alla mia bambina il biberon tenendomi 24 h senza farmela attaccare. La bambina il latte artificiale lo vomitava, ma loro dicevano che si doveva abituare, che io non ho latte e che la bambina deve mangiare. Da stamattina, prima della dimissione, mi hanno permesso nuovamente di farla riattaccare al seno, a patto che ci rimanga solo 5-10 minuti per parte e solo ogni 3 ore e poi integrare con l’artificiale. Solo che adesso a casa, dopo aver riassaporato il mio seno la bambina non vuole il biberon e vomita l’artificiale. Ho provato ad attaccarla al seno per più tempo ed è riuscita a succhiare quasi 60 grammi, solo che io adesso sono molto confusa, in ospedale mi hanno fatto sentire la “causa” del malessere di mia figlia, sono in piena crisi, ho paura di offrirle solo il seno per paura di una nuova recidiva di ittero.
Cosa devo fare ? Il momento del pasto sta diventando un incubo, fonte di stress e di confusione, io non so cosa fare, la bambina rifiuta biberon e artificiale, ma ho paura che dal mio seno prenda poco, ho paura di aver commesso degli errori e che la mia bambina stia male per colpa mia.

Capisco bene la sua confusione e il timore di un altro ittero. Lei non ha commesso errori, è stata solo accompagnata molto male e le spiego perchè. Solitamente questi itteri sono dovuti alla somma di ittero fisiologico + ittero da scarsa assunzione di latte. Quest’ultima è dovuta alla debolezza di suzione del bebè. E’ perciò assurdo che la mamma venga colpevolizzata!
Adesso il mio suggerimento è di attaccare la bimba almeno 8 volte/24 ore, almeno 20 min per seno; subito dopo farla succhiare al dito (vv FAQ Sistemi Alternativi) che non è affatto equivalente a ficcare un bibe in bocca alla bimba (che causa rifiuto), del latte che inzialmente sarà artificiale ma poi sostituirà con latte materno che lei si tirerà fra le poppate. SE la bambina avrà fame, succhierà il latte dal sondino , altrimenti lo lascerà e lei non avrà più bisogno di tirarlo. Contemporanemanete per vedere se cresce dovrà contare pipì e popò nelle 24 ore (vv FAQ Poco Latte) e fare la verifica settimanale di peso (almeno 125 g).
Dopo la prima volta lei dovrà seguire l’ordine:
1° attaccare la bimba
2° dare l’aggiunta al dito
3° tirare il latte (che sarà adesso disponibile per lo step 2° del ciclo successivo !)
il tutto impiegando 1 ora, in modo da permettersi di fare anche una passeggiata . Le IBCLC che troverà in elenco sono le professioniste specializzate a seguire questi percorsi di riallattamento portandoli al successo.

Sono una mamma di un bimbo di 25 giorni nato di 3500kg ma dopo 3 giorni a causa del suo calo oltre a trattenermi un giorno in più, gli hanno dato l’aggiunta, intanto io avevo una montata lattea esagerata…adesso sto continuando a dargli l’aggiunta e anche il seno..ma non riesco a dargli piu di 20 grammi e anche a fatica visto che si dimena e piange tirandomi il capezzolo, oppure ciuccia senza tirare addormentandosi. Sono disperata vorrei tanto allattare senza problemi, cosa posso fare x aumentere il latte e farlo attaccare?

E’ chiaro che se il bambino non fosse stato separato alla nascita (lei non me lo dice ma è avvenuto molto probabilmente così) lei non si sarebbe ingorgata (montata lattea esagerata) e l’aggiunta non sarebbe stata necessaria. Il fatto che il bambino si mostri pigro cioè si addormenta al seno, è dovuto al fatto che non ha ancora imparato a succhiare dal ‘vivo’, avendo avuto esperienza principalmente con uno spuntone di gomma o silicone (cioè la tettarella di un biberon). La soluzione risiede nell’aumentare il latte (vv FAQ Sfide Materne e Poco Latte) e nel mettersi il bambino addosso, in contatto pelle-a-pelle , lei semisdraiata e lui prono su di lei. Questa posizione, detta istintiva o BN (Biologial Nurturing) mette il lattante in condizione di raggiungere il seno spalancando la bocca e succhiare con vigore praticamente da solo.