Antibiotici / antimicotici

Mi è stata diagnosticata un candidosi ai capezzoli, in seguito a mughetto della mia bambina di 2 mesi. La piccola presenta anche una forma fungina al sederino. Sto applicando Daktarin gel orale ai capezzoli prima e dopo la poppata da qualche giorno, la candicosi orale della piccola sembra al momento assente, l’eritema da pannolino sta migliorando con applicazioni di Daktarin pomata. L’aspetto dei miei capezzoli sembra lievemente migliorato ma continuo ad avvertire bruciore prima e dopo la poppata con anche indolenzimento alle ghiandole mammarie. Queste sono comunque morbide e non calde, ma alla palpazione e durante la calata sono dolenti. Se dovessi assumere Diflucan 100mg due al dì per 10gg nel caso in cui l’infezione fungina interessasse anche i dotti galattofori, potrei continuare ad allattare pur essendo la mia bimba così piccola?
Sì, il diflucan è compatibile con l’allattamento anche se personalmente non credo più tanto all’infezione duttale da candida. L’indolenzimento del seno è a mio avviso sempre legato al traumatismo dei capezzoli e all’infiammazione che questo causa.

Ho una brutta tonsillite + congiuntivite e il medico mi ha consigliato di prendere Colbiocin gocce per la congiuntivite o Tobral(sono antibiotici) e Velamox (antibiotico) per la tonsillite. Sapresti dirmi se danno problemi con l’allattamento? (la bimba ha ormai 10 mesi ma sta ancora prendendo 3 poppate).
Le terapie antibiotiche sono compatibili con l’allattamento, sia per via locale che per via generale (bocca o iniezioni).

Ho un bimbo di 4 mesi che allatto esclusivamente al seno, mi è venuta una forte infezione ad un dente con gonfiore. Il dentista mi ha consigliato di prendere un antibiotico (spiramicina), ma ho letto che in tal caso dovrebbe essere sospeso l’allattamento, in quanto passa nel latte materno. Che cosa devo fare?
La spiramicina è un antibiotico della famiglia dei macrolidi, usata con sicurezza anche nei bambini piccoli. Le minime quantità che passano nel latte inoltre non hanno effetti clinici sul piccolo. Pertanto la può usare.

Ho appena ritirato il tampone e mi è stata diagnosticata la candida. Il dottore mi ha detto di smettere di allattare (allatto D.da 16 mesi ) per prendere diflucan capsule 150 oggi, dopodomani e una al mese per 4 mesi. Volevo sapere se esiste un farmaco alternativo che si può assumere in allattamento perchè interrompere l’allattamento sarebbe traumatico sia per me sia per la bambina.
Il diflucan non è controindicato in allattamento.

Vorrei sapere se posso prendere l’augmentin compresse 875 mg+125 mg per una cura dentale. Mio figlio ha 3 mesi e lo dovrei prendere per 5 giorni,2 volte al giorno. Devo sospendere l’allattamento??
Assolutamente no: gli antibiotici della famiglia dell’augmentin sono compatibili con l’allattamento. Le piccole quantità che dovessero passare nel latte potrebbero al massimo dare un aumento delle scariche del lattante.

Ho un bimbo di 11 mesi che allatto ancora al mattino e, a volte, prima che si addormenti. Ho necessità di curarmi una micosi (Pityriasi Versicolor) che ormai mi ha invaso il busto e la testa: posso prendere farmaci locali tipo pevaryl o Nizoal e il Diflucan per bocca o gli antimicotici sono sconsigliati durante l’allattamento?
Gli antimicotici NON sono sconsigliati in allattamento, sia per via locale che generale.

In seguito ad un’infezione ad un dito del piede, ho subito un piccolo intervento, ma mi è stato prescritto anche un antibiotico in quanto la situazione non è buona. Siccome sto allattando la mia bimba di tre mesi e ci tengo veramente tanto, vorrei sapere se posso prendere questo antibiotico: LEVOXACIN.
Gli antibiotici chinolonici, cioè la famiglia del Levoxacin, non fanno più parte della ‘lista nera’ degli antibiotici in allattamento: sono cioè compatibili.

Ho un bimbo di 40 giorni, ed in seguito ad urinocultura mi e’ stata diagnosticata una infezione. Il medico di famiglia mi ha prescritto Tavanic (1 cpr al giorno x 10 giorni). Vorrei sapere se questo farmaco e’ compatibile con l’allattamento (allatto in modo esclusivo).
Sì, anche i chinolonici – famiglia di antibiotici cui appartiene il Tavanic – sono compatibili in allattamento (contrariamente a conclusioni allarmistiche divulgate a seguito di danni osteo-articolari notate negli animali da esperimento sottoposti a dosi massicce).

Ho avuto necessità di assumere l’antibiotico Monuril 3g due bustine per curare un’infezione delle vie urinarie. Non è pericoloso per la mia bambina di 2 mesi che allatto eslusivamente al seno ?
Il Monuril è sicuro in gravidanza ed è usato in bambini sotto l’anno di vita. Poichè il calcio contenuto nel latte ne inibisce l’assorbimento, si considera un farmaco abbastanza sicuro anche per i lattanti.

Per fare un trattamento odontoiatrico mi è stato prescritto dal mio dentista un antibiotico (zimox 1g) da assumere per una settimana. sto ancora allattando la mia bimba di 9 mesi: è necessario sospendere a causa dell’assunzione del farmaco?
La stragrande maggioranza degli antibiotici è compatibile con l’allattamento. Fra questi lo zimox, che fra l’altro è ampiamente usato in pediatria.

Ho bisogno di avere informazioni sul farmaco TAVANIC 500mg, il mio medico dice che devo smettere di allattare il mio bimbo di 12 mesi, perchè è un farmaco non compatibile con allattamento, ma tra le sue risposte ho appena letto il contrario. Dove posso trovare un documento ufficiale o una ricerca che dichiari la compatibilità del farmaco con l’allattamento da potergli mostrare?
Il documento è liberamente scaricabile dal sito dell’American Academy of Pediatrics : http://aappolicy.aappublications.org/cgi/reprint/pediatrics;108/3/776.pdf A pag 780 c’è la ciprofloxacina , un chinolonico come il tavanic. Un’altra opzione che ha il curante poi è di sostituire il Tavanic con altri antibiotici con la cui somministrazione si dovesse sentire a più agio.

Il medico, a seguito di ripetute forme di sunusiti, faringiti e difficoltà respiratorie, mi ha prescritto il FLONTALEXIN 250 mg per 10gg, sospenderlo e riprenderlo per altri 10gg. Io ho una cucciolotta di 20 mesi, che allatto e mando al nido -solo perchè vengo sempre giudicata per questo allattamento prolungato. Ma la bimba prende il mio seno per poco e poche volte al giorno. Qualche volta mi cerca di notte ma non sempre. Il bugiardino però sconsiglia ASSOLUTAMENTE l’utilizzo in allattamento dell’antibiotico.
Il principio attivo del Flontalexin, la ciprofloxacina, ha ricevuto il semaforo verde per l’allattamento dall’American Academy of Pediatrics – ormai da diversi anni(siamo nel 2010).

Sono mamma di un bambino di 2 mesi allattato esclusivamente al seno. Soffro di cistite dovuta a escherichia coli ed il medico mi ha prescritto NEOFURADANTIN: è compatibile con l’allattamento?
La nitrofurantoina è compatibile con l’allattamento al seno.

HO UNA BIMBA DI 40 GG CHE ALLATTO, e UN INFEZIONE “PARTI MOLLI” :POSSO PRENDERE COME ANTIBIOTICO IL BACTRIM O IL CEFORAL?
Il Bactrim richiede cautela nei lattanti portatori di deficit di G6PD (favismo); per il ceforal non ci sono problemi particolari di sicurezza.

Soffro da qualche mese di Ureaplasma. Per la cura mi è stato prescritto l’antibiotico Rokital. Ho un bambino di 11 mesi che allatto almeno 3/4 volte al dì. Volevo sapere se ci sono controindicazioni sul suo utilizzo durante l’allattamento.
Il rokital è un macrolide, famiglia di antibiotici compatibili con l’allattamento – anche se è un nuovo antibiotico di cui non sono disponibili al momento dati relativi all’allattamento.

Oggi ho assunto il collirio Tobral senza accorgermi che sul foglietto illustrativo si dice di non usarlo durante l’allattamento. Ho assunto una goccia per due volte a distanza di circa 6/7 ore. Mia figlia ha due mesi e mezzo e la allatto escusivamente al seno. Che effetti può aver avuto sulla bimba?
Se, come da FAQ, gli antibiotici per bocca o per via sistemica sono compatibili con l’allattamento ,ancora di più lo sono i colliri.

Sto allattando il mio secondo bimbo che a oggi ha 4 settimane, abito in Inghilterra e i consigli e le direttive dei medici sono spesso molto diverse le chiedo un aiuto: in seguito ad una mastite il dott mi ha prescritto l’antibiotico flucloxacillin 500mg 4 volte al giorno per 7 giorni e mi ha detto di continuare l’allattamento. La pediatra dei miei figli, al contrario, mi ha consigliato di estrarre il latte buttarlo via e usare il latte artificiale fino alla fine della terapia. Sono molto confusa e ho paura che mio figlio non voglia piu’ il seno. Posso continuare ad allattare? Posso interrompere la terapia antibiotica dopo gia’ 3gg o 5gg?
Come potrà leggere nelle FAQ di Antibiotici, lei può prendere la flucloxacillina per la durata prescritta e contemporaneamente allattare.

Come mai il mio piccolo di mesi due e mezzo ha scariche diarroiche piu’ volte al giorno dopo averlo allattato . Ho dovuto prendere per mal di denti lo zimox e l’oki bustine . Con queste medicine ho alterato la sua flora batterica intestinale?cosa posso fare?
Può capitare, se la mamma assume antibiotici, che il bambino abbia più scariche. Non deve fare nulla.

Oggi mi è stato prescritto ISOCEF 400mg per sei giorni. Il bimbo ha venti mesi, ma poppa parecchio dal tardo pomeriggio alla mattina presto. Eventualmente quando posso prendere la compressa per ridurre al minimo la quantità che potrebbe passare nel latte? Assumo anche Fluibron.
Eventualmente eviterà di prendere la compressa 2.6 ore prima della poppata, epoca del picco massimo di farmaco. Sui mucolitici non abbiamo dati (forse perchè ritenuti inutili dalla farmacopea anglosassone).

E’ da 18 mesi che allatto il mio secondo bimbo. Purtroppo soffro da anni di micosi sulla pelle. Altri anni il dermatologo mi ha segnato 2 scatole di Sporanox. Ho provato ad aspettare per non prendere medicinali, ma ora sono proprio piena e dovrò tornare presto dal medico per farmi segnare qualcosa. Se dovesse prescrivermi lo sporanox o altri micotici potrò prenderli in allattamento?
Lo sporanox è classificato fra i farmaci “sicuri” in allattamento, al pari del paracetamolo.

Mi è stata riscontrata una mastite infettata localizzata in una parte del seno e dopo aver provato l’AUGMENTIN ho riscontrato che da 5 cm la ghiandola si è ingrossata a 6. Ho chiesto consulenza al medico che mi ha fatto cominciare con punture di FIDATO dicendomi di non usare il mio latte per allattare mia figlia e che con questo antibiotico c’è il rischio di perdere il latte. E’ possibile?
Il principio attivo del Fidato è il ceftriaxone, il quale non viene neanche assorbito dallo stomaco (per questo si usano iniezioni). Per tale ragione non solo l’allattamento può continuare, ma il latte non ne viene influenzato nella produzione (è semmai la mastite che ne riduce temporaneamente la disponibilità).